Carciofi e seppioline in frittelle

Per ovviare vi spiego come è andata… qualche sabato fa mi hanno mandato a seguire un evento di Slow Food a Fregene, c’erano seicento persone, una vera bolgia… una cucina gigantesca, quattro brigate di cuochi di quattro ristoranti diversi che cucinavano a manetta… visto che non avevo un ruolo ben definito e sinceramente mi stavo un pò annoiando chiamai … per farmi raggiungere tanto seicento tanto seicentouno ospiti non cambiava nulla, mentre ci aggiravamo tra ste brigate di cuochi uno di loro addetto alla friggitrice ci porse delle polpette con un sorriso a trentotto denti, le assaggiai ed ebbi uno sbandamento per la loro bontà… tornato a casa naturalmente dovevo provare a rifarle senza conoscere la ricetta… però dalla mia avevo il fatto che mentre le gustavo le studiai…
Morale le ho rifatte ma mi son dimenticato di pesare gli ingredienti… quindi date sfogo alla vostra improvvisazione e alla vostra esperienza e divertitevi a rifarle…      
Carciofi e seppioline in polpette
Ingredienti:
Seppioline
Carciofi
Olio per la frittura
Albumi
Pan grattato
Sale
Pepe
Prezzemolo
Preparazione:
Pulire i carciofi, tagliarli a striscioline e passarli in padella con olio, pepe, sale e prezzemolo. Farli raffreddare. Tagliare le seppioline a striscioline dopo averle lavate e private degli scarti, farle cuocere in padella con olio, pepe, sale e prezzemolo. Farle raffreddare. In una ciotola di plastica versare sia i carciofi sia le seppioline aggiungere le chiare di uovo ed eventuamente un pò di pangrattato, formare delle frittelle dalla forma irregolare e friggerle in olio bollente. Scolarle, lasciarle asciugare su un panno carta e servirle con una bella manciata di sale fino.
Vino: con questo piatto io nei calici verserei un bianco Piemontese  Roero Arneis Docg