Dolce al fico


Cari amici, come potete notare oggi ho postato due foto per la stessa ricetta.. non per abbondare ma per rendere omaggio alla bravura “esponenziale” di con la macchina fotografica. Dovete sapere che per ogni ricetta che preparo lei scatta dalle 30 alle 40 foto e diventa sempre più difficile dover scegliere la più bella o quella che rende più giustizia alla preparazione..  e vi ricordo che non siamo professionisti ne io in cucina ne lei con la macchina fotografica ma solo dei veri appassionati..
Dolce al fico
Ingredienti:
(Per la pasta)
180 gr di farina 00
50 gr di zucchero
30 gr di burro
10 gr di lievito di birra
2 tuorli
5 gr di sale
60 gr di latte tiepido
1 stecca di vaniglia
(Per il ripieno)
30 gr di burro
50 gr di zucchero
8 fichi
Preparazione:
Impastare farina, zucchero e uova con il lievito sciolto nel latte aromatizzato con la vaniglia; lavorare per circa 10 minuti, fino a che non divenga un composto liscio e omogeneo. Unire il sale e il burro a temperatura ambiente, poco alla volta e amalgamare con cura. Lasciar lievitare in un contenitore capace e ben coperto per evitare che l’impasto si secchi in superficie. Montare a spuma il burro con lo zucchero e unire metà dei fichi sbucciati e ridotti in piccoli pezzi e amalgamare bene. Sbucciare il resto dei fichi lasciandoli interi, praticare un taglio per dividere in due le sommità. Quando la pasta avrà triplicato il suo volume, rompere la lievitazione lavorandola per qualche istante poi tirarla e formare dei rettangoli alti 1,5 cm e larghi 6 cm. Spalmarli con la montata di burro, appoggiare su ognuno, dei fichi interi e arrotolarli nel senso della lunghezza. Porre in stampini imburrati e infarinati (6 cm di diametro e 6 cm di altezza) e far nuovamente lievitare fino a che risulteranno ben gonfi. A questo punto infornare a 175° per una ventina di minuti. Sfornare, attendere che si raffreddino, togliere dagli stampini e servire.
Vino: io con questo dolce nei calici verserei un gran passito di pantelleria.