Fecazz co la cepodd (Focaccia con la cipolla)

Qualche anno fa ho lavorato per un progetto molto bello che si chiamava “Vino in Piazza” dove ho praticamente girato tutt’Italia palmo dopo palmo portando e facendo assaggiare a tanti Italiani una selezione di 80 e più vini autoctoni rari e antichi. Un’ esperienza unica condivisa con amici (Christian, Maurizio, Antonio, Massimone, Robertino ecc ecc ) e insieme abbiamo  assaggiato tantissime cucine tipiche sia delle grandi città sia delle piccole città di provincia… da nord a sud, da est a ovest. La riflessione finale è che in Italia non esiste un posto o una località dove si mangia male. Ma, e ora arriva il ma,  che sentivate aleggiare nell’ aria… in  Puglia è un’ altra storia. Chiudo questa riflessione parafrasando la canzone di Caparezza: venite a mangiare in Puglia puglia puglia…      
Fecazz co la cepodd (Focaccia pugliese con la cipolla)
Ingredienti:
500 gr di farina
Una patata piccola
4 bicchieri di plastica bianca di acqua tiepida
1 lievito di birra da 25 gr
Cipolla bianca o rossa di Acquaviva delle fonti
Pepe nero
1 Cucchiaino di sale fino
Olio
Sale grosso
Preparazione:
Impastare la farina con il lievito di birra precedentemente sciolto in acqua tiepida, aggiungendo la patata lessa già schiacciata con una forchetta e alla fine aggiungere un cucchiaino abbondante di sale fino. È necessario che l’ impasto rimanga morbido aggiungendo acqua mentre si sta impastando. Lasciar lievitare l’ impasto nell’ apposito contenitore o in una coppa di plastica coperta con un panno pesante fino a quando non raddoppia il proprio volume; di solito avviene in un’ora e mezzo circa. A lievitazione completata mettere l’ impasto in una teglia con abbondante olio extra vergine, rendendo la parte superiore liscia, aiutandosi con il dorso di un cucchiaio e farlo riposare per qualche minuto. A questo punto non rimane che condire la focaccia con la cipolla tagliata a fettine, il pepe nero  e i granelli di sale grosso. Infornare e cuocere a forno già caldo per 30 minuti a 200°.
Vino: con questo piatto io nei calici verserei un rosso leggero cacc’e mmitte di Lucera.