Fritto agrodolce di baccalà


Baccalà mon amour… si era capito ? essendo questa l’undicesima ricetta che pubblico a base di baccalà… Qualcuno l’altro giorno mi faceva notare con piacere che sul mio sito ci sono tante ricette a base di pesce, in effetti guardando le categorie delle mie ricette si evince anche che sono pugliese dal fatto che ho poche ricette a base di carne (59) contro le ricette a base di pesce (103) per non parlare poi delle ricette a base di verdure che io chiamo né carne né pesce (103). Ebbene si, questa è la cucina pugliese: poca carne, molte verdure e tanto pesce.       
Fritto agrodolce di baccalà
Ingredienti per 4 persone:
700 gr. di baccalà
1/2 Kg. di cipolle rosse di Acquaviva delle fonti
Farina
Olio di semi per friggere
Zucchero
Aceto bianco
Sale
Olio buono
Pepe
Preparazione:
Infarinare e friggere in olio di semi ben caldo i filetti di baccalà. Scolare e tenerli da parte. Affettare le cipolle e farle dorare in un tegame che possa andare sia sul fuoco sia in forno con quattro cucchiai di olio di oliva, sale e pepe. Quando le cipolle saranno appassite, aggiungere mezzo bicchiere di aceto in cui avrete fatto sciogliere mezzo cucchiaio di zucchero. Fare evaporare a fuoco vivace per qualche istante, aggiungere i pezzi di baccalà e cuocere in forno già caldo a 180° per dieci minuti.
Vino: il sapore agrodolce del piatto non consiglia nessun abbinamento.