Frolla crema e frutta fresca di stagione

Ieri ci siamo concessi il primo giorno di mare e sono stato tutto il giorno sotto al sole, il risultato? Eccolo:
Siete in tanti, siamo belli, qui su Rocco e i suoi fornelli.
Con la bocca sempre piena, toglietevi ogni pena.
Alza in aria la forchetta l’instancabile Elisabetta, guai a chi il piatto tocca, lei gli tira un’albicocca.
Poi c’è Giò che de nome fa Giovanna voi non sapete quanto magna.
Se la ride allegramente, di Verona Astrofiammante, sempre pronta ha le valigie, il dolce sul salato predilige.
Poi c’è Dada senza umpa, affetta e impasta mentre balla la sua rumba.
Di Agostino non parliamo, che al soldato rispediamo, c’ha la nonna che dentro al forno la focaccia lesta caccia.
E Saretta in cucina, mette svelta il grembiulino, poi se chiede “oggi che cucino” ? che me frega e che m’importa oggi nun me tocca.
C’è che prima magna e poi s’ammazza sulla bicicletta per non diventare rotondetta.
Co sti nomi e co sti nick più che Rocco sembro quasi diabolìk.
Se qualcosa non ti piace metti un pò di fantasia e tra i fornelli voli via.
Qui la voce già si è sparsa siete tanti non e non vicini ma uniti siamo da un bel piatto de bucatini.
Mo me fermo co sta idiozia sennò me mannate la polizia…
^___^ buona settimana Rocco.
Frolla crema e frutta fresca di stagione
Ingredienti per 4 persone:
200 gr di pasta frolla
50 gr di zucchero
200 gr di crema pasticcera
Mezzo litro di panna montata
Frutta fresca di stagione
Preparazione:
stendete la pasta  frolla sulla placca da forno foderata con carta da forno, tagliatela della forma che volete (io ho usato un stampino per biscotti a forma di stelle) e cospargetela con lo zucchero. Infornate a forno già caldo e fatela cuocere finchè si colora a 200°. Sfornate e lasciate raffredare. Tagliate dopo averla lavata la frutta fresca che avete scelto, mescolatela con dello zucchero e tenetela da parte. Amalgamate la crema pasticcera con la panna montata. Componete i piatti alternando la crema alla frolla e  servite con la frutta fresca.
Vino: con questo piatto nei calici verserei un gewürztraminer passito trentino.