Gnocchi con scampi e crema di ceci

Certo che dopo aver visto ottocento mila volte il film: la sirenetta, con quella scena memorabile ed esilarante del cuoco che canta con il suo accento Francese e vorrebbe cucinare il povero Sebastian…
cucinare questo piatto non è stato facile ;-) Riguardare la foto e scoprire che lo scampo di sinistra sembra lì in attesa con le braccia (chele) conserte poi non ne parliamo…
Vi ricordo cari amici di passare domani a trovarmi perchè posterò una ricettina molto interessante con una grande foto fatta da …. 
Gnocchi scampi su crema di ceci
Ingredienti per 4 persone:
8 scampi
1 bicchiere di vino bianco
100 gr. di ceci
2 carote
1 costa di sedano
1 aglio
100 gr. olio extravergine di oliva
Rosmarino
Per gli gnocchi:
500 gr. di patate
150 gr. di farina
1 uovo
Noce moscata
Sale
Preparazione:
Mettete i ceci che avrete tenuto a bagno dalla sera precedente, la costa di sedano, carote, l’aglio e il rosmarino in una pentola con dell’acqua per due ore a fuoco  basso. L’acqua deve ricoprire completamente i ceci. Mentre i ceci sono in cottura, portate ad ebollizione in una pentola 2 litri di acqua salata con un bicchiere di vino bianco, quindi tuffatevi gli scampi e lasciateli cuocere per otto minuti. Fateli raffreddare e sgusciateli. Contemporaneamente preparate gli gnocchi. Mettete a lessar le patate, pelatele e passatele nello schiacciapatate. Aggiungete una presa di sale, grattate un po’ di noce moscata, rompete in mezzo alle patate l’uovo e iniziate a impastare. Amalgamate man mano la farina fino ad ottenere una pasta che non si attacchi alle mani. Formate una palla e dividetela in pezzi che lavorerete fino ad avere dei lunghi rotoli: tagliateli in pezzi di circa tre centimetri. Portate a ebollizione abbondante acqua salata e fate cuocere gli gnocchi pre tre minuti.
Intanto togliete dal fuoco i ceci, scolateli, eliminate  l’aglio, e frullate aggiungendo l’olio extravergine di oliva. Otterrete un composto cremoso con cui condire gli gnocchi. Servite in piatti ben caldi decorando con gli scampi e un rametto di rosmarino.
Vino: con questo piatto io nei calici verserei un bianco est est est di Montefiascone