Mango a carpaccio

In questi periodi dove tutto sembra portato all’esasperazione, dove la ristorazione, la cucina, gli chef, le televisioni, i blog e chi più ne ha più ne metta sono (siamo) concentrati a decantare qualsiasi cosa entri nel piatto o sia di contorno al piatto è bello scoprire mondi diversi e nuovi… che ridanno al tutto il peso reale delle cose… Sabato sera  Max e Filomena ci hanno invitato in compagnia anche di Daddo e Magda a cena in un ristorante a Trastevere, storico e pittoresco quartiere della movida Romana e devo dire che la cosa non mi entusiasmava molto invece poi arrivati in questo ristorante dal nome curioso: Trattoria degli amici  ne sono rimasto piacevolmente colpito dalla serenità che si respirava, dalla gentilezza dei ragazzi che servivano e dalla semplicità dei piatti… In due parole è un ristorante gestito dalla Comunità di Sant’Egidio dove ci lavorano ragazzi diversamente abili coadiuvati da amici (volontari) …  dove una parmigiana di melanzane è una parmigiana di melanzane e viene servita come una parmigiana di melanzane e soprattutto costa quanto deve costare una parmigiana di melanzana… Se siete curiosi e volete saperne di più cliccate qui.   
Mango a carpaccio
Ingredienti:
1 mango
6 arance
Pepe rosa
Miele
Cioccolato fondente
Preparazione:
Tagliare il mango a fettine sottili privarle accuratamente della buccia, che può essere usata per la decorazione. Spremere le arance e bollire a fuoco dolcissimo il pepe rosa e il miele. Dopo 15 minuti, spegnere e lasciare riposare in frigorifero, in questo modo resterà piacevolmente rotondo al gusto e profumato, senza note piccanti. Versare  la salsa così ottenuta sul carpaccio di mango e completare con scaglie di cioccolato fondente .
Vino: con questo piatto io nei calici verserei un moscato d’Asti.