Pa-mou

Sabato pomeriggio, io e … ci diamo appuntamento a piazza San Giovanni in laterano, io avevo appena finito di lavorare, e si perchè io lavoro pure il sabato, mi raggiunge, temperatura torrida, gelatino, e passeggiate nelle viuzze del quartiere dove … è nata, le bancarelle del mitico mercato di via Sannio quasi tutte smontate, si respira il quartiere … per chi non è di Roma deve sapere che il quartiere di San Giovanni è un quartiere seppur a due passi dal centro un quartiere popolare. Un quartiere che io adoro per mille motivi, alcuni dei quali sono che da San Giovanni nasce la via Appia che arriva fino in Puglia, altro motivo è che rispecchia la mia estrazione popolare, un altro motivo è che la maggior parte delle vie hanno nomi di città e cittadine pugliesi…e così via… la nostra passeggiata ci porta casualmente in una bottega di dolci e caramelle, di quelli polverosi, con la commessa/proprietaria cariatide con annessa amica anch’essa cariatide che ti guarda e pensa: e mo questi chi li ha mandati? iniziamo il nostro caramella-tour tra i barattoli di caramelle e veniamo attirati dalle mitiche caramelle mou, quelle vere di un tempo, l’acquisto scatta immediato, salutiamo la cariatide con un sorriso beffardo che sta per: abbiamo fatto ti lasciamo alla tua pace e solitudine beata e riprendiamo la passeggiata a braccietto gustando e ricordando tutte le caramelle e gelati che mangiavamo da piccoli…
Domenica, ecchevelodicoafare, mi sono svegliato con l’idea di fare questo dolce… Buon inizio settimana a tutti, ma proprio tutti. Rocco. 
Pa-mou (panna cotta con crema mou)
Ingredienti:
250 gr di panna fresca liquida
35 gr di zucchero
Mezzo baccello di vaniglia
3 gr di gelatina (colla di pesce)
Per la crema mou:
120 gr di panna
60 gr di caramello
Preparazione:
In un pentolino, scaldate la panna liquida fino a un momento prima che inizi a bollire con il mezzo baccello di vaniglia, non appena vedete le prime micro bollicine di ebollizione spegnete e togliete dal fuoco, aggiungete lo zucchero e scioglietelo bene con un cucchiaio di legno, sciogliete la colla di pesce precedentemente ammollata in acqua fredda per dieci minuti e continuate a girare sempre nello stesso senso fino a farla diventare tiepida. Versate la panna cotta in piccoli recipienti (io ho usato stampini da plum cake) e lasciate raffreddare e addensare in frigorifero per almeno 4 ore. La crema mou: riscaldate lievemente il caramello in un pentolino, aggiungete la panna e mescolate fino a far scioliere e amalgamare i due ingredienti. Anche la crema va messa in frigorifero a raffreddare un quarto d’ora prima di servire.
Vino: con questo piatto io nei calici verserei un moscato spumante piemontese.