Pasta fredda con melanzana e scamorza affumicata

Pasta fredda con melanzana e scamorza affumicata

Ultimamente prendo spesso il treno per andare a lavorare. Al ritorno,  ho cominciato a notare che la maggior parte delle chiacchiere, stanche a quell’ora tarda del pomeriggio, sono di questo tipo qui: “Cosa preparari per cena?” “Oh, non me lo chiedere, mio marito ha anche invitato un paio di amici e rientro ora, dovrò provvedere…”. Altre volte  mi ritrovo ad ascoltare dettagliate descrizioni di preparazione di paste, sughi e quant’altro….E mi viene da sorridere senza farmi vedere, mentre ascolto, l’argomento mi interessa sempre molto. La signora che oggi avevo davanti, disperata all’amica dice: “Questa sera sono talmente stanca che neanche “Quattrosaltiinpadella” sarei capace di cucinare”.. questa frase è stata l’ispirazione non tanto per la ricetta del piatto che avevo già in mente di cucinare e descrivere qui, quanto per la sua geniale collocazione che avrebbe fatto sicuramente felice la signora stanca. Pasta fredda, la apri con uno straaap, la butti nel piatto e … via!!! Immagino di dover inventare anche il marchio in stile Giovanni Rana …naturalmente Rocco e i suoi fornelli … pasta pronta a portar via …
Pasta fredda con melanzana e scamorza affumicata
Ingredienti per 4 persone:
350 g di mezze maniche
80 g di scamorza affumicata
Una melanzana media
Prezzemolo
Erba cipollina
Olio extravergine di oliva
Sale
Pepe
Preparazione:  
Lavare la melanzana, tagliarla a dadini e in una padella antiaderente rosolarla con poco olio per una decina di minuti o fino ache si sono leggermente dorati. Portare a cottura le mezze maniche  scolarle raffreddarle sotto il getto dell’acqua. Tagliare  a piccoli dadini la scamorza e metterla in una capace terrina con i dadini di melanzana, l’olio, il prezzemolo, l’erba cipollina, il sale e il pepe e lasciar insaporire il tutto per una mezz’oretta. Passato questo tempo versate la pasta nella terrina e mescolate il tutto.
Vino: con questo piatto io nei calici verserei un sauvignon blanc