Pennette con porcini e salsa di cipolle

Prima
Evviva oggi festeggiamo le “400 ricette” con questo piatto incredibile per bontà e profumi cucinato in zona Cesarini (che era un calciatore che spesso segnava nei minuti finali) modo di dire che si usava un tempo quando si faceva qualcosa all’ultimo momento. In questo caso vi presento un piatto a base di funghi porcini giunti quasi al termine della stagione che va da maggio ad ottobre. Naturalmente sto parlando di funghi porcini Italiani, di quelli che si vedono in giro anche nei mesi diversi da quelli “stagionali” ne so veramente poco o nulla e devo dire con molto piacere di volermi tenere ben stretta questa lacuna…
Pennette con porcini e salsa di cipolle
Ingredienti per 4 persone (per il piatto):
300 gr. di pennette rigate
50 gr. di parmigiano reggiano grattugiato
30 gr. di burro
4 cucchiai di salsa alle cipolle
Sale
Pepe
Ingredienti per 4 persone (per la salsa):
250 gr. di cipolle bianche
50 gr. di pancetta dolce
30 gr. di porcini freschi
15 gr. di burro
1/2 bicchiere di vino bianco
Olio buono, sale grosso e pepe
Preparazione:
Preparare la salsa mondando e affettando le cipolle sottilmente. In una casseruola a bordi bassi sciogliere il burro,  unire le cipolle, salare con il sale grosso e coprire. Quando la cipolla si é ridotta di volume, scoprire la casseruola e cuocere dolcemente per un’ ora, mescolando di tanto in tanto fino ad ottenere una poltiglia. In un’ altra padella, scaldare l’ olio, unire la pancetta tagliata a listarelle, salare, pepare e far rosolare bene. Bagnare con il vino bianco. Aggiungere i funghi tagliati a listarelle e cuocere per cinque minuti. A questo punto passare la poltiglia di cipolla al passatutto, dopodiché aggiungerla ai funghi e alla pancetta. Tenerla da parte al caldo. 
Non ci rimane ora che preparare il piatto cuocendo la pasta in una pentola con abbondante acqua salata, fino a cuocerla al dente; non appena pronta, scolarla e versarla nella padella della salsa di cipolla e funghi porcini, spadellarla velocemente con un po’ di acqua di  cottura della pasta, impiattare, cospargere di parmigiano e servire bella fumante.
Vino: con questo piatto io nei calici verserei un bianco Inzolia siciliano.
Dopo