Pizzoccheri

… e mi raccomando quando arrivi bussa con i piedi mi disse Luigi quando mi invitò a cena l’ultima volta che ci eravamo visti. Detto fatto, l’ altra sera siamo stati a casa sua e mi sono presentato tenendo in una mano una gran bottiglia di vino Sfursat e nell’altra una super teglia di questo meraviglioso piatto unico scoperto una decina di anni fa durante una vacanza in Valtellina. Di solito amo prepararli e mangiarli nello stesso posto ma in questo caso visto che la preparazione e la cena sono avvenute in due case differenti ho dovuto ripassarli in forno per riscaldarli e si è creata quella crosticina che ha dato un tocco in più a questo piatto che di solito si consuma non appena cucinato.    
Pizzoccheri
Ingredienti per 4 persone:
350gr di pizzoccheri
3 patate medie
Verza o bieta
2 spicchi d’aglio
150 gr di bitto
100 gr di burro
Parmigiano
Salvia
Sale
Pepe
Preparazione:
Cuocere le patate tagliate a cubetti in una casseruola piena d’acqua, fate la stessa cosa con la verza tagliata a listarelle, mentre le patate e le verze cuociono, tagliate il formaggio a piccoli cubetti e preparate in una casseruola il burro, la salvia e una testa d’aglio che toglierete alla fine. Bollire l’acqua salata per metterci dentro i pizzoccheri che vanno cucinati come se fosse una normale pasta per 10 minuti circa. Nel frattempo fate sciogliere il burro con salvia e aglio e non appena la pasta è pronta aggiungete sia il bitto a cubetti sia il parmigiano grattuggiato e fate saltare in padella tutti gli ingredienti al fine di sciogliere bene il formaggio che deve filare e servite con una spolverata abbondante di pepe. Se li preparate prima, versate in una teglia e componete diversi strati alternando i pizzoccheri con i formaggi e bagnando con il burro, terminate con pepe abbondante e parmiggiano grattuggiato e passate in forno per qualche minuto fino a far sciogliere il formaggio.
Vino: con questo piatto io nei calici verserei un rosso Sforzato della Valtellina.