Puntarelle alla romana

Aperta parentesi, GRAZIE a tutti voi che mi leggete ieri siete stati in 1.063 in un giorno solo (record) a leggermi, chiusa parentesi. Veniamo a noi… Eccoci di fronte ad un altro classico della cucina romana, semplice e di grande versatilità, si possono mangiare insieme ad un fritto come contorno, come insalata a sé, come antipasto e hanno la funzione di aprire lo stomaco o a fine pasto magari se si è consumato un pasto con una nota grassa spiccata e così via… Le puntarelle vengono fatte con quella che al Sud Italia viene chiamata cicoria cimata e al Nord Italia catalogna
Puntarelle alla romana
Ingredienti per 4 persone:
1 kg. di puntarelle
1 spicchio di aglio
3 acciughe
Aceto
Olio di oliva extravergine
sale
pepe
Preparazione:
Lavare bene le puntarelle scartando le foglie esterne e le parti dure e legnose: tagliarle a striscioline sottili
metterle in acqua fredda con ghiaccio e lasciarle immerse per una oretta. Scolarle asciugarle, e mettere in una insalatiera. Preparare una salsina pestando nel mortaio le acciughe dissalate e disliscate con l’aglio e un po’ di aceto, olio, sale e pepe. Condire con questa salsa le puntarelle mescolando molto bene .
Vino: io con questo piatto non abbino nessun vino essendoci una nota di aceto nelle puntarelle, magari le mangio bevendo acqua leggermente frizzante.